Libriamoci 2019

Navighiamo, leggendo, verso un mondo migliore.

È questo il titolo che abbiamo dato alla nostra partecipazione a “Libriamoci 2019”, in continuità con altre iniziative che l’Istituto porta avanti da tempo e condividendo gli obiettivi dell’Agenda 2030.

L’iniziativa abbraccerà l’intero anno scolastico e, a un certo punto, abbandonerà le belle e stimolanti pagine dei libri scelti e si farà realtà. Scegliamo di navigare verso un futuro migliore attraverso la lettura, perché solo la lettura ci permette di vivere contemporaneamente tante avventure, di percorrere mille mondi inesplorati, continuando a essere se stessi e tutti i personaggi con cui, volta per volta, ci si immedesima, si ride e si soffre. Al termine di ogni lettura non si è più gli stessi e, ricchi di questo bagaglio inestimabile di idee e parole, siamo pronti per affrontare più consapevolmente le sfide quotidiane e quelle del futuro.

Anche quest’anno l’iniziativa coinvolgerà i tre gradi di istruzione del nostro Istituto e con la solita attenzione per le novità, le nostre letture porteranno avanti i tre i filoni consigliati da “Libriamoci 2019”, l’universalità degli insegnamenti di G. Rodari, l’attenzione per l’ambiente e lo scottante tema dell’accoglienza e dell’inclusione, selezionando le pagine più significative dai giornali del giorno. 

Libriamoci 2019 coinvolgerà i bambini di cinque anni della Scuola dell’infanzia con la lettura animata del libro “Aldo il gabbiano”, scritto da una stessa insegnante della scuola: è la storia di un piccolo gabbiano che nasce sugli scogli del Golfo di Taranto, spicca il volo ma si accorge ben presto che le acque gli producono un’alterazione del piumaggio.

La   Scuola Primaria ha selezionato letture e attività in cui si incontrano, in un interessante gioco creativo e stimolante, la lettura, la scrittura, l’arte, il corpo e la musica e danno testimonianza di un modo inusuale di fare scuola ma che riesce ad arrivare all’anima del bambini e proporre nuovi e positivi stili di vita.

  • Le classi prime leggeranno “Il gioco delle parole, tra suoni e colorì” di G. Rodari.
  • Le classi seconde leggeranno il racconto “Non più solo”.
  • Le classi terze hanno accolto il messaggio di Simba e gli amici de “Il re leone”, con cui scoprire che, dalla saggezza di chi ha già vissuto e dalla ripetibilità degli eventi, possiamo imparare a vivere oggi e domani. In particolare il personaggio del saggio Rafiki è già stato protagonista de “La festa dei nonni”, depositari del passato e pronti a donarlo con tutto l’amore possibile al futuro.
  • Le classi quarte ritornano a parlare e a divertirsi con Rodari e proporre letture tratte da “Favole al telefono” e “Filastrocche in rima”.
  • Le classi quinte le vedremo impegnate nell’analisi dei Diritti dei bambini in occasione del trentennale dell’istituzione dell’UNICEF che si concluderà con il corteo per le vie del paese.

Le classi della Scuola Secondaria affronteranno, invece, gli scottanti e attualissimi temi dell’inclusione e dell’ambiente proponendo le seguenti letture:

  • “Mare di zucchero” di M. Desiati
  • “Sulla soglia del bosco” di A. Ferrara
  • “Il grande albero di case basse” di L. Mattia
  • “Greta: nessuno è troppo piccolo per fare la differenza” di G. Thumberg

Sicuramente i libri conservano il fascino e il profumo buono della carta, ma possiamo conciliarli con il richiamo alla lettura sugli e-reader nella nuova biblioteca innovativa dell’Istituto, mentre l’invenzione della locandina, l’abbellimento grafico dell’aula faranno il resto per innamorare alla lettura.

La settimana “Libriamoci 2019” si estenderà fino alla conclusione delle letture scelte e si arricchirà delle seguenti iniziative:

“Incontri d’autore”:

  • Desiati ci presenterà “Mare di zucchero”, che con la sua penna delicata ci porterà nel mondo dell’immigrazione e dell’inclusione.
  • Lentini ci presenterà il libro “Arambì”: Arambì è il grido dei pescatori quando tirano a riva le reti e significa “fare insieme” e diventa anche il grido per affrontare il preoccupante tema dei cambiamenti climatici.
  • Voce fuori campo è la presentazione del libro di Anna M. Ancora Ratti “Sospinta dal vento di tramontana”, testimonianza del ventennio fascista e riservato alle classi terze della scuola secondaria.
  • Laboratori di lettura creativa proposti dalla libreria Feltrinelli di Bari e dalla Biblioteca” V. Laterza” del Comune di Palagiano.

Il nostro “Libriamoci 2019” è già iniziato il 27 settembre con la partecipazione all’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo” e con l’adesione a “modo nostro” al terzo Global Strike for future in occasione del quale abbiamo manifestato realizzando sportine riciclabili con magliette in disuso dove riporre tra le altre cose anche le borracce, adottate a livello di istituto, per dire mai più plastica nel quotidiano.  Le grandi cose le lasciamo ai grandi, ma le grandi-piccole cose quotidiane è “roba nostra” e noi siamo pronti a navigare.

La referente delle attività è la prof.ssa Maria Rosaria Pettoruto.

 

LE NOSTRE ESPERIENZE

Ancora una volta, nell’ Istituto Comprensivo Giovanni XXIII, “abbandonati” per qualche giorno i libri di testo, le nostre aule si sono trasformate in laboratori di lettura con attività diversificate, volte a promuovere, consolidare e potenziare l'amore per la lettura come momento di fruizione libera e piacevole, con l’intento di emancipare la concezione stessa del leggere da quella del dovere unicamente scolastico. Il tutto con l’obiettivo generale di trasmettere il piacere dell’ascolto e della lettura, e inculcare nei ragazzi il comportamento del buon lettore, ovvero quella inclinazione permanente che fa rimanere lettori per tutta la vita. Con la scelta del libro Mare di zucchero di Mario Desiati, che abbraccia delicatamente la tematica dell’accoglienza, nelle classi 1^ e 2^ D della scuola secondaria si è inteso perseguire anche l’obiettivo di educare ad una cittadinanza attiva e consapevole, attraverso il racconto di un semplice, ma significativo gesto di accoglienza e condivisione come solo tra ragazzi è possibile. E così gli alunni, col bagaglio della loro curiosità e inventiva, si sono avventurati in un singolare viaggio ricco di riflessioni e contributi personali, verso un approdo colmo di attesa, emozione e ricerca di …libertà dal sapore di zucchero! A conclusione del progetto è prevista anche la possibilità di un incontro con l’autore Mario Desiasti, con cui ci si propone non solo di sostenere l’attività della lettura nella scuola, ma anche di creare una occasione di riflessione sul tema proposto dal libro.

Nella classe 3^ B invece, è stata proposta la lettura di quotidiani, settimanali e mensili di approfondimento. Un esercizio individuale e collettivo per comprendere il mondo e l’attualità, ma soprattutto per abituare i nostri giovani alla lettura critica che si “affaccia sul mondo” come recita il titolo dell’iniziativa. Attraverso la consultazione e il confronto tra più testate giornalistiche, i ragazzi sono stati orientati alla riflessione personale sui fatti e, come autentici pionieri dell’informazione, hanno ricercato, scritto, elaborato. Approfondimenti e ricerche sull’ecosostenibilità sono stati i cardini di un itinerario di formazione e informazione su argomenti a loro sconosciuti, alla ricerca di ipotetiche “soluzioni” dei problemi ambientali che i ragazzi hanno raccolto in due decaloghi di possibili interventi “salva ambiente”. Vivo è stato il dibattito su alcuni aspetti inerenti lo sviluppo ecosostenibile, a partire dalle scelte “green” con cui le aziende si impegnano a tutela dell’ambiente, affinché possa maturare nella società la consapevolezza che la responsabilità sociale delle imprese, quando fa leva sulla salvaguardia del pianeta, può incidere positivamente sui processi produttivi, sulla logistica, sulla strategia di marketing e attraverso i punti vendita, sulla vita di ognuno di noi.

Durante questa settimana, libri e giornali hanno avuto largo spazio nelle nostre aule e ci auguriamo possano averne sempre di più, perché la lettura non è un’esperienza che si esaurisce tra le pagine scritte, ma ci accompagna in un percorso costante di conoscenza, scambio e crescita. A tutti, buona lettura!

Prof.ssa Marzia MEO