Libriamoci 2020

Riparte anche quest'anno l'iniziativa Libriamoci cui la nostra scuola aderisce da molti anni.
Vi dilettiamo con i primi lavori prodotti dalle classi della prof.ssa Meo e del prof. Curri.
 

Un francobollo per il futuro

Se potessimo immaginare un dolce incantesimo? Se potessimo volare insieme in un tempo lontano, per contagiare con le nostre idee i bambini e i ragazzi del futuro? Ebbene..abbiamo interrogato la nostra fantasia e lei ci ha proposto un mezzo per andare lontano... un francobollo... Sì, un "francobollo per il futuro", capace di giungere dritto al cuore dei ragazzi delle generazioni che verranno, ai quali affidiamo un messaggio di positività, affinché tutti siano contagiati  dal desiderio di credere che il mondo possa diventare migliore… sempre!

“Un francobollo per il futuro ": è il titolo che abbiamo dato all’iniziativa  del nostro Istituto Comprensivo a conclusione del progetto “Libriamoci 2020” e nasce dal desiderio di promuovere insieme alla lettura, la crescita educativa dei nostri ragazzi, attraverso la condivisione di quei valori che impreziosiscono la vita umana e la rendono esperienza unica e irripetibile.

La mostra virtuale dei francobolli degli alunni del nostro I.C., è stata realizzata grazie alla creatività e alla spontaneità di tutti i bambini e i ragazzi che, stimolati alla riflessione sulle tematiche affrontate, hanno espresso graficamente i loro sogni e affidato ai francobolli i loro pensieri  più belli! Un grazie particolare ai nostri professori di arte Felicia Fuggetta e Nicola Curri (autore della mostra), e alle maestre che hanno aderito all’iniziativa!

Buona visione della mostra virtuale visitabile al seguente link:

https://www.artsteps.com/view/5fca7258c85cdc066da11095/?currentUser

"Io penso positivo"

Anche quest’anno si è concluso l’appuntamento con Libriamoci, la campagna nazionale rivolta alle scuole di ogni ordine e grado che dal 16 al 21 novembre 2020 ha invitato a ideare e organizzare iniziative di letture a voce alta. La delicata situazione d’emergenza che il Paese sta vivendo non ha impedito agli alunni e alle alunne della 1^B e 2^B di parteciparvi con passione ed entusiasmo, anche se le letture si sono svolte on line.

In linea con la tematica proposta dall’edizione di quest’anno “Io penso positivo” i ragazzi di 1^B si sono cimentati nella lettura del libro “Greta: la ragazza che sta cambiando il modo” in cui la storia di Greta Thunberg che diventa attivista per la salvaguardia dell’ambiente appare, sin dalle prime pagine, attualissima, piena di difficoltà, ma anche di coraggio, determinazione e intraprendenza, diventando d’ispirazione per i nostri ragazzi.

I ragazzi di 2^B, invece, si sono cimentati nelle letture di “Stranalandia” pagine di narrativa che, attraverso racconti simpatici e originali, li hanno proiettati in un mondo in cui la lettura diventa piacere di imparare e crescere, divertendosi, insomma un mondo in cui i libri sono il mezzo per fabbricare sogni.

Buona visione!

Leggi tutto: "Io penso positivo"

Libriamoci 2019

Navighiamo, leggendo, verso un mondo migliore.

È questo il titolo che abbiamo dato alla nostra partecipazione a “Libriamoci 2019”, in continuità con altre iniziative che l’Istituto porta avanti da tempo e condividendo gli obiettivi dell’Agenda 2030.

L’iniziativa abbraccerà l’intero anno scolastico e, a un certo punto, abbandonerà le belle e stimolanti pagine dei libri scelti e si farà realtà. Scegliamo di navigare verso un futuro migliore attraverso la lettura, perché solo la lettura ci permette di vivere contemporaneamente tante avventure, di percorrere mille mondi inesplorati, continuando a essere se stessi e tutti i personaggi con cui, volta per volta, ci si immedesima, si ride e si soffre. Al termine di ogni lettura non si è più gli stessi e, ricchi di questo bagaglio inestimabile di idee e parole, siamo pronti per affrontare più consapevolmente le sfide quotidiane e quelle del futuro.

Anche quest’anno l’iniziativa coinvolgerà i tre gradi di istruzione del nostro Istituto e con la solita attenzione per le novità, le nostre letture porteranno avanti i tre i filoni consigliati da “Libriamoci 2019”, l’universalità degli insegnamenti di G. Rodari, l’attenzione per l’ambiente e lo scottante tema dell’accoglienza e dell’inclusione, selezionando le pagine più significative dai giornali del giorno. 

Libriamoci 2019 coinvolgerà i bambini di cinque anni della Scuola dell’infanzia con la lettura animata del libro “Aldo il gabbiano”, scritto da una stessa insegnante della scuola: è la storia di un piccolo gabbiano che nasce sugli scogli del Golfo di Taranto, spicca il volo ma si accorge ben presto che le acque gli producono un’alterazione del piumaggio.

La   Scuola Primaria ha selezionato letture e attività in cui si incontrano, in un interessante gioco creativo e stimolante, la lettura, la scrittura, l’arte, il corpo e la musica e danno testimonianza di un modo inusuale di fare scuola ma che riesce ad arrivare all’anima del bambini e proporre nuovi e positivi stili di vita.

  • Le classi prime leggeranno “Il gioco delle parole, tra suoni e colorì” di G. Rodari.
  • Le classi seconde leggeranno il racconto “Non più solo”.
  • Le classi terze hanno accolto il messaggio di Simba e gli amici de “Il re leone”, con cui scoprire che, dalla saggezza di chi ha già vissuto e dalla ripetibilità degli eventi, possiamo imparare a vivere oggi e domani. In particolare il personaggio del saggio Rafiki è già stato protagonista de “La festa dei nonni”, depositari del passato e pronti a donarlo con tutto l’amore possibile al futuro.
  • Le classi quarte ritornano a parlare e a divertirsi con Rodari e proporre letture tratte da “Favole al telefono” e “Filastrocche in rima”.
  • Le classi quinte le vedremo impegnate nell’analisi dei Diritti dei bambini in occasione del trentennale dell’istituzione dell’UNICEF che si concluderà con il corteo per le vie del paese.

Le classi della Scuola Secondaria affronteranno, invece, gli scottanti e attualissimi temi dell’inclusione e dell’ambiente proponendo le seguenti letture:

  • “Mare di zucchero” di M. Desiati
  • “Sulla soglia del bosco” di A. Ferrara
  • “Il grande albero di case basse” di L. Mattia
  • “Greta: nessuno è troppo piccolo per fare la differenza” di G. Thumberg

Sicuramente i libri conservano il fascino e il profumo buono della carta, ma possiamo conciliarli con il richiamo alla lettura sugli e-reader nella nuova biblioteca innovativa dell’Istituto, mentre l’invenzione della locandina, l’abbellimento grafico dell’aula faranno il resto per innamorare alla lettura.

La settimana “Libriamoci 2019” si estenderà fino alla conclusione delle letture scelte e si arricchirà delle seguenti iniziative:

“Incontri d’autore”:

  • Desiati ci presenterà “Mare di zucchero”, che con la sua penna delicata ci porterà nel mondo dell’immigrazione e dell’inclusione.
  • Lentini ci presenterà il libro “Arambì”: Arambì è il grido dei pescatori quando tirano a riva le reti e significa “fare insieme” e diventa anche il grido per affrontare il preoccupante tema dei cambiamenti climatici.
  • Voce fuori campo è la presentazione del libro di Anna M. Ancora Ratti “Sospinta dal vento di tramontana”, testimonianza del ventennio fascista e riservato alle classi terze della scuola secondaria.
  • Laboratori di lettura creativa proposti dalla libreria Feltrinelli di Bari e dalla Biblioteca” V. Laterza” del Comune di Palagiano.

Il nostro “Libriamoci 2019” è già iniziato il 27 settembre con la partecipazione all’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo” e con l’adesione a “modo nostro” al terzo Global Strike for future in occasione del quale abbiamo manifestato realizzando sportine riciclabili con magliette in disuso dove riporre tra le altre cose anche le borracce, adottate a livello di istituto, per dire mai più plastica nel quotidiano.  Le grandi cose le lasciamo ai grandi, ma le grandi-piccole cose quotidiane è “roba nostra” e noi siamo pronti a navigare.

La referente delle attività è la prof.ssa Maria Rosaria Pettoruto.

 

ARRIVA IL BIBLIOMOTOCARRO (Libriamoci 2018)

NELLA SCUOLA PRIMARIA “GIOVANNI XXIII” ARRIVA IL BIBLIOMOTOCARRO

Rosa Guerriero

Con l’iniziativa “Letture fuoriclasse” l’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” ha partecipato alla quinta edizione di Libriamoci, che dal 22 al 27 ottobre è tornata in tutta Italia con giornate di lettura nelle scuole. Tante le attività proposte dall’Istituto che si sono avviate nella suddetta settimana e continueranno per l’intero anno scolastico coinvolgendo tutte le classi nelle quali si svolgeranno le molteplici attività di lettura animata, di drammatizzazione e strategie di analisi testuale.

Alla manifestazione è stato invitato il maestro Antonio La Cava che con il suo bibliomotocarro ha sostato per due giorni nel cortile della scuola primaria avvicinando i bambini al piacere della lettura, presentando i libri come dei nuovi amici. Il maestro Antonio dopo 42 anni di insegnamento, una volta arrivato alla pensione, ha capito che poteva fare ancora qualcosa di molto importante per avvicinare i bambini alla lettura. Così, nel 2003, ha acquistato un'Ape usata e l'ha trasformata in una biblioteca itinerante che può ospitare fino a 1000 libri.

La sua lunga esperienza all'interno del sistema scolastico lo aveva lasciato con la sensazione che esistesse un modo migliore per avvicinare i bambini alla lettura e al mondo dei libri. A suo parere, il disinteresse per la lettura nasce proprio a scuola, quando ai bambini viene insegnato a leggere in modo meccanico, senza trasmettere nemmeno un pizzico d'amore. La scuola spesso insegna che la lettura è un dovere, mentre i bambini dovrebbero scoprire fin da subito che leggere è un piacere, così come lo è ascoltare le storie raccontate dai grandi. Antonio ha spiegato che l'idea del Bibliomotocarro è nata dalla sua concezione dell'insegnante, che dovrebbe essere un vero e proprio maestro di strada, oltre che un maestro di vita. Il Bibliomotocarro ha regalato e continua a regalare magia a molti bambini. In un mondo dove tutto ruota attorno alla tecnologia, i libri possono ancora mettere le ruote e affascinare i più piccoli con le loro storie fantastiche. L’idea del bibliomotocarro, proposta dalle classi seconde della scuola primaria, ha suscitato interesse e curiosità non solo nei bambini ma anche negli adulti che si sono avvicinati, in punta di piedi, a quel mondo fantastico tornando, per un attimo, ad essere ancora bambini. Anche la redazione di libriamoci ha elogiato l’Istituto Comprensivo “ Giovanni XXIII” per il progetto presentato.

 

Letture fuoriclasse (Libriamoci 2018)

Titolo: #letture fuoriclasse

Referente: prof.ssa M. Rosaria Pettoruto

Locandina-libriamoci-2018.jpg

Anche quest’anno, tra le attività consolidate dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII”, ritorna il Progetto “Libriamoci”, avanguardia di un insieme di azioni che si svolgono durante l’anno scolastico e inaugurate durante la settimana della lettura.  In questa annualità, accogliendo alcune proposte di lettura presenti tra le tematiche del Progetto “Libiamoci”, intitoliamo la nostra iniziativa “#letture fuoriclasse”.

“Fuoriclasse” è metafora dilettureche, nei giovani lettori, promuovono pensieri positivi, la curiosità di girare una pagina, poi un’altra e un’altra ancora e ritrovarsi al termine della lettura con la malinconia di aver finito un libro amico e il desiderio di sfogliarne e leggerne di nuovi.  Ma la parola “fuoriclasse” vuole essere anche metafora di apertura al nuovo, di apertura ai luoghi nei quali affondano le nostre radici, per non dimenticare chi siamo, da dove veniamo e dove stiamo andando.

Il Progetto “#letture fuoriclasse” è in raccordo con importanti iniziative che si stanno avviando nel nostro territorio. Infatti rientra tra le attività promosse dall’Ente locale nell’ambito del progetto “Palagiano … città che legge”. Il Progetto si fa anche promotore di modi nuovi di approcciarsi alla lettura che trovano il loro consolidamento nelle attività previste dal progetto Biblioteche Scolastiche Innovative dell’azione PNSD per il quale il nostro Istituto ha ricevuto i finanziamenti dal MIUR.

Negli ultimi anni i rapporti con la biblioteca comunale “Vito Laterza” sono diventati un appuntamento costante a cui partecipano i nostri alunni per fare esperienza di letture animate, manipolate, riscritte e attualizzate attraverso una serie di incontri calibrati agli interessi e all’età dei giovani lettori.

Nella Scuola dell’Infanzia il 22 ottobre l’iniziativa “#letture fuoriclasse” si inaugura con le letture selezionate dalla collana “Il Battello a Vapore” – serie bianca, dedicata ai primi lettori.

Attività di lettura animata:

  • “Mani manitù, questo libro lo leggi tu!”
  • “La parola sbagliata”
  • “C’era o non c’era”

Nella Scuola Primaria il Progetto “#letture fuoriclasse” dà il via ad una serie di appuntamenti che entrano a pieno titolo nella pianificazione annuale dell’Istituto.

Le iniziative coinvolgeranno tutte le classi nelle quali si svolgeranno le molteplici attività di lettura animata, di drammatizzazione e strategie di analisi testuale.

La settimana sarà inaugurata con l’iniziativa proposta e organizzata dalle classi seconde, che si sono adoperate affinché tutti gli alunni possano godere del singolare arrivo del “Bibliomotocarro” del maestro Antonio La Cava: i libri mettono le ruote per raggiungere le menti e i sogni dei giovani lettori.

“L’orso curioso” è il testo scelto per le classi prime della scuola primaria. Nel testo le strade che si intrecciano sono tante, ma una sola conduce alla fine del libro: bisogna riuscire ad accompagnare l'orso curioso fino alla tana di mamma orsa.

L’attività “Adottiamo un libro” permetterà alle classi terze della scuola di prendersi cura di un libro che sarà scelto durante la prima visita delle classi presso la biblioteca comunale “Vito Laterza”. Prendersi cura di un libro significa mettere in atto tutte le strategie laboratoriali possibili affinché i giovani lettori possano guardarlo con occhi innamorati.

Nelle classi quarte “Libriamoci” offre l’opportunità di realizzare un laboratorio di Intercultura “Le diversità sono belle” attraverso le proposte editoriali Einaudi “La Mongolfiera” e la testimonianza diretta di un gruppo di extracomunitari che frequentano i corsi CPIA dell’Istituto.

Le classi quinte si cimenteranno nella lettura laboratoriale de “I tre moschettieri”: gli eroi di Dumas diventeranno i protagonisti di drammatizzazioni, giochi di lettura, realizzazioni di un murales in un percorso di lettura che si estende per l’intero anno scolastico.

Nella Scuola Secondaria di primo grado sono coinvolte principalmente le classi prime e seconde, riservando alle classi terze l’incontro con l’autore. La peculiarità dell’età preadolescenziale ci induce a progettare percorsi di lettura che catturino gli interessi degli alunni e velatamente li orientino, nella speranza che essi possano individuare un genere che li “prenda nell’anima e nella testa” per evitare la disaffezione alla lettura, sempre in agguato nella società attuale.

Per queste ragioni la partecipazione al Progetto “#letture fuoriclasse” è stata preceduta dalla scelta del testo da leggere attraverso una gamma di generi e temi, compresi i filoni tematici individuati dall’iniziativa nazionale. La scelta dei ragazzi è ricaduta su:

“Le avventure di Geronimo Stilton” di E. Dami

“Per questo mi chiamo Giovanni” di L. Garlando

“La trappola del l@birinto” di A. Pozzuoli

“Nel mare ci sono i coccodrilli” di F. Geda

“La storia infinita” di M. Ende

“Cuore” di E. De Amicis, scelta antologica dal libro.

A partire dalla lettura dei testi scelti, gli alunni delle classi prime realizzeranno “#favole fuoriclasse”: un percorso di lettura e scrittura creativa che trasformerà gli alunni da fruitori di favole, a lettori creativi e scrittori fuoriclasse di favole in libertà, alla riscoperta delle proprie radici, del patrimonio delle tradizioni e dei toponimi locali.

In concomitanza saranno attivate iniziative per la promozione alla lettura:

  1. Classi in libreria: visita alla libreria Feltrinelli di Bari e laboratorio di lettura creativa.
  2. Classi in biblioteca: laboratori di lettura creativa per generi tematici presso la Biblioteca comunale “Vito Laterza”.
  3. “Ponti di libri”: attività di lettura animata degli alunni delle classi prime della scuola secondaria che incontrano i compagni delle classi quinte della scuola primaria.
  4. “Prendo e lascio un libro”: attività di libero scambio di libri tra gli alunni dell’Istituto. Gli alunni spontaneamente ripongono i propri libri in una cassetta di legno e ne prendono altri disponibili nella medesima cassetta. In via sperimentale l’iniziativa sarà estesa anche agli spazi esterni della scuola in condivisione con l’altro istituto comprensivo del territorio.
  5. Incontri d’autore: Francesco Caringella, Sostituto Procuratore Antimafia di Bari, incontra gli alunni delle classi terze della scuola secondaria per presentare il libro “La corruzione spiegata ai ragazzi”.

Leggere...con il mare negli occhi e tanti sogni nel cuore (Libriamoci 2017)

libriamoci-partecipiamo-anche-noi.pngLa disaffezione per la lettura è da diversi anni un dato acquisto dagli operatori che, come noi insegnanti, vivono il contatto quotidiano e costante con il nebuloso mondo preadolescenziale e adolescenziale. Tuttavia la convinzione dei miracoli che possono scaturire dalle pagine di un libro, i sogni che possono scatenare alcune citazioni, le immagini che possono affiorare dalle parole non ci ha mai abbandonato.

La lettura è libertà, libertà nei tempi, libertà nello spazio e libertà di inseguire le proprie inclinazioni e passioni. Ecco perché l’aula si trasforma in laboratorio, anzi diventa atelier letterario: niente banchi, niente sedie e la magia è fatta.  I libri vengono a noi ma, per la prima volta, andremo anche noi entusiasticamente dai libri.

Non è più il momento né di demonizzare né di mistificare la tecnologia: i nostri ragazzi sono i nativi digitali e la tecnologia ci verrà in aiuto, sarà lo strumento che proponiamo per avvicinare nuovamente i ragazzi alla lettura nelle modalità che a loro più piace.

Con questi presupposti è nata la nostra iniziativa "Leggere...con il mare negli occhi e tanti sogni nel cuore".

L’iniziativa "Leggere...con il mare negli occhi e tanti sogni nel cuore" propone per l’edizione 2017 di “Libriamoci a scuola”:

  • la trasformazione delle aule in atelier letterari: cuscini, colori, cartellonistica.
  • la lettura, per tre classi prime, de “Il domatore di libri” di M. Strianese. Nel libro, alcuni ragazzini undicenni, nel tentativo di ribellarsi all’obbligo della lettura, scopriranno la possibilità di vivere una, due, tre…mille volte esperienze diverse e di trovare soluzioni insperate a situazioni conflittuali, nell’intricato viaggio verso il porto sicuro dell’età adulta. Un’altra classe prima dell’Istituto, invece, ha optato per la lettura di Geronimo Stilton; attraverso le rocambolesche avventure del protagonista i ragazzi saranno abilmente guidati dai docenti a vivere con curiosità e serenità l’affacciarsi alla vita, pronti ad accogliere le novità che li attendono.
  • La lettura de “Il diario di Edo” di F. Sarcuno per una classe seconda. Il testo propone la storia di un ragazzo in tempesta alla ricerca di inafferrabili certezze, che affida le sue inquietudini alle pagine di un diario. L’arrivo di situazioni inaspettate lo condurrà alla scoperta della chiave di volta verso l’età delle sicurezze.

Un’altra classe seconda, invece, ha scelto per la lettura del magico mondo di Harry Potter, attraverso cui apprendere gli strumenti per leggere e affrontare il reale.

Nell’atelier letterario saranno proposte attività di animazione della lettura.

La settimana della lettura dal 23 al 29 ottobre continuerà durante il corso dell’anno con la visita alla biblioteca comunale e alla prestigiosa libreria Feltrinelli di Bari. In entrambe le occasioni i ragazzi potranno svolgere percorsi tematici e per generi letterari. Saranno liberi di girare tra i libri, di accostarsi ai generi di proprio interesse, sentire il profumo delle pagine nuove, il fascino dei colori e delle parole.

Inoltre, nel corso dell’anno è previsto l’allestimento presso il nostro Istituto della biblioteca digitale, in qualità di vincitore del Progetto ministeriale “Biblioteche innovative” e l’iscrizione ad una piattaforma digitale di prestito libri. Con essa i ragazzi potranno leggere in libertà nei modi a loro più congeniali, la tecnologia amica porterà i libri su tablet, e-book, pc e smart fon.

L’iniziativa “Leggere… con il mare nel cuore e con tanti sogni nel cuore” sarà estesa anche alle famiglie; i “grandi” incontreranno l’autrice Teresa Antonacci che presenta il nuovo libro “La dodicesima stanza”: una storia imprevista che dovrà passare attraverso un forte disequilibrio per ritrovare un nuova e inaspettata dimensione di vita.

LIBRIAMOCI “GIORNATA DI LETTURA NELLE SCUOLE” (Libriamoci 2017)

Con il Progetto “Ciak … si legge” il nostro Circolo ha aderito all’iniziativa con varie attività. Il progetto mira a far nascere nei ragazzi l’amore per i libri e il piacere della lettura perché leggere ad alta voce crea una piacevole predisposizione all’ascolto e favorisce la creazione di immagini mentali, capacità minacciate dal continuo bombardamento di immagini e suoni che invadono i bambini al giorno d’oggi. Con la lettura ad alta voce personaggi e ambienti prendono forma nella mente dell’ascoltatore, coinvolgendolo emotivamente nella storia e rendendo l’esperienza della lettura qualcosa da ricordare.

Nella foto l’autrice Sandra Petrosillo incontra gli alunni.

SALI A BORDO CHE TI LEGGO UN LIBRO (Libriamoci 2016)

Nel vasto panorama scolastico la lettura, in tutte le sue dimensioni e sfumature, costituisce attualmente una vera e propria sfida. Infatti, la decodificazione immediata delle immagini e degli altri linguaggi non verbali hanno portato molti studenti ad una disaffezione per la lettura. Proporre un percorso di letture ad alta voce costituisce un punto di partenza per riavvicinare gli alunni al misterioso mondo dei libri, attraverso una selezione di letture sul tema della legalità e non solo.

Leggi tutto: SALI A BORDO CHE TI LEGGO UN LIBRO (Libriamoci 2016)